Vita da Libraio

Librai indipendenti

Da colleghe ad amiche, un’amicizia nata in libreria

Da colleghe ad amiche, un'amicizia nata in libreria

Chissà cosa sarebbe successo se non avessimo fatto colpo allo stesso colloquio di lavoro?!

Abitando in due città diverse forse non ci saremmo mai conosciute, non avremmo mai parlato dei nostri libri preferiti, non avremmo condiviso turni e pause pranzo condite dalla frustrazione di dover sottostare agli umori di una capa isterica. Non avremmo imparato molto di quello sappiamo né preso coscienza che la strada era giusta ma c’era bisogno di una svolta. Quello che ci sembrava un punto di arrivo non era altro che la partenza, ci siamo trovate così, insieme, alla soglia dei trent’anni a condividere paure, ansie e aspettative. Da colleghe ad amiche il passo è stato breve e nel 2014 diventare socie ci è sembrato naturale, e ora in tasca abbiamo le chiavi della nostra libreria e non solo quelle di casa!

Non molti anni fa chi decideva di aprire una libreria indipendente era considerato solo pazzo, oggi è un pazzo incosciente! Avremmo forse potuto adattarci ad una vita diversa e un giorno questo sogno sarebbe venuto a bussare alla nostra porta dicendoci che, forse avremmo potuto farcela. Chi vorrebbe vivere con questo rimpianto? Sono tanti gli interrogativi ma è preponderante la voglia di riappropriarsi del proprio futuro. Non è solo molto romanticamente, un sogno, una passione, un amore, si tratta di mettere in gioco competenze, professionalità, anni di studio e lavoro.

Pensiamo che la condivisione oggi sia la chiave di tutto, perciò volevamo che Corteccia fosse un luogo dove fin da piccoli si potesse stare insieme, diversamente dai luoghi convenzionali ma casualmente, dove si potessero scoprire convergenze e simbiosi.

L’IBC arriva ad un anno e mezzo dalla nostra apertura, e fa della condivisione tra librerie e lettori il suo punto di forza, dimostrando ancora una volta che la gente ha voglia di fare rete, uscire di casa, chiacchierare non solo chattare e, incredibilmente, ha ancora voglia di leggere e di parlare di libri.

 

ibc Collage

 

Così, da quando è partito il gioco ne abbiamo viste di tutti i colori! Michela e Daniela, sorelle che fanno a gara per decretare chi ne leggerà di più. Paola, una ragazza umbra che viene a Milano una volta al mese e ci ordina i libri quattro alla volta. Giulia, la nostra lettrice in trasferta a cui portiamo i libri a metà strada. Martina, che senza alcun dubbio inizia con la Trilogia del Drive-in e che riceve uno “Yeah!” su facebook proprio da Lansdale! Kristina, una studentessa che nonostante i mille esami da dare non poteva non partecipare. Federica, che si attraversa la città in pausa pranzo, arriva col fiatone, si è divorata Follia di McGrath e ha bisogno di fare scorta di nuovi titoli! La signora S. che condivide la scheda con le sue tre figlie, adolescenti, perché insieme è più divertente! E poi c’è Francesca che, partendo dalla categoria 35, ci ha detto così finalmente ricomincio a leggere!

Questa moltitudine di lettori che ha scoperto un modo nuovo e divertente di perdersi tra le pagine dei libri, che cerca i nostri consigli, che sceglie tra le categorie quella che non ha mai affrontato, che ci da suggerimenti, che ci stimola alla continua ricerca di nuovi mondi, rende il nostro lavoro così appagante.

 

Anita e Alice

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Librai indipendenti

Vita di librai di tutta Italia. Qui vi raccontiamo, ogni settimana da una libreria diversa, cosa accade con l’ITALIAN BOOK CHALLENGE.”

Utenti online