Vita da Libraio

Librai indipendenti

“Le Mille e una Pagina”, esempio di cosa una libreria indipendente deve fare per differenziarsi da quelle di catena

"Le Mille e una Pagina", esempio di cosa una libreria indipendente deve fare per differenziarsi da quelle di catena

Quando abbiamo aperto la libreria, nel settembre 2008, io e la mia socia Alberta Lia sapevamo che non sarebbe stato facile. La crisi era già iniziata e tutti ci davano, amichevolmente, delle “pazze”. Ma noi abbiamo accettato questa sfida con concretezza e tanto entusiasmo. Non ci siamo fatte illusioni sulle difficoltà che avremmo incontrato e abbiamo sempre cercato di dare quel qualcosa in più, ai nostri clienti, che ci potesse differenziare dalle librerie di catena, dei supermercati e online. Ovvero, puntando, anziché sullo sconto (sebbene anche noi abbiamo la nostra bella “tessera fedeltà”), sulla qualità delle nostre proposte, sul pacchetto regalo personalizzato, su un’oggettistica di qualità e introvabile da altre parti, a volte confezionata dalla mia stessa socia, bravissima nei lavori manuali.

E poi sul rapporto diretto con i nostri clienti, che entrano in libreria ci chiedono “Cosa mi dai da leggere?”, una domanda che non si può porre se entri in un supermercato e se acquisti il libro su Internet. E ancora, gli incontri con gli autori, ne abbiamo organizzati ormai tantissimi in questi otto anni, oltre a laboratori e corsi di ogni genere. Non c’è niente di più soddisfacente per un libraio nel vedere i propri clienti, molti dei quali possiamo definire amici, tornare perché in libreria si sentono bene: vengono a scambiare due chiacchiere, ci chiedono consigli e ci raccontano dei libri che hanno letto, assistono alle nostre presentazioni e se ne vanno contenti, col loro libro autografato sotto il braccio e perché hanno conosciuto uno scrittore che ha saputo appassionarli. E a tornare non sono solo i clienti, ma anche gli stessi autori, perché hanno percepito un’atmosfera particolare, speciale, quasi magica, che sono in una piccola libreria indipendente si può trovare.

Quando ci è stato proposto di aderire all’iniziativa del Book Challenge, come si poteva dire di no? Una sfida lanciata da librai indipendenti a lettori indipendenti, un altro tassello aggiunto a quella “qualità” che noi cerchiamo di offrire ogni giorno, tra le mille difficoltà che sono tipiche anche del fatto di vivere in una piccola cittadina di provincia come Mortara. Ma le sfide più ardue sono le più esaltanti. E i nostri clienti, come sempre, ci hanno premiato, anche in questo caso, con lo stesso entusiasmo che ci anima ogni giorno e ci fa amare questo lavoro.

Laura Fedigatti

Libreria Le Mille e una Pagina 

© Riproduzione Riservata
Tags

Librai indipendenti

Vita di librai di tutta Italia. Qui vi raccontiamo, ogni settimana da una libreria diversa, cosa accade con l’ITALIAN BOOK CHALLENGE.”

Utenti online