Vita da Libraio

Librai indipendenti

Tutta colpa della varicella (…e dell’Italian Book Challenge)

Tutta colpa della varicella (…e dell'Italian Book Challenge)

Sono Beppe della Libreria Alberi d’Acqua di Asti e faccio il libraio da ormai 18 anni. Circa un anno fa, però, è successa una cosa particolare: mi sono preso la varicella!

Embè? Direte voi!

Dovete sapere che fino ad allora per me fare il libraio era sì una passione, ma spesso soffocata da tante operazioni di routine: ordini di rifornimento, fatture, conti deposito, condizioni commerciali, ricevute bancarie, scadenze, rese, libri da spolverare: sempre di corsa, sempre affannato.

Ma quel giorno ecco comparire gli antipatici puntini rossi… Antipatici fino ad un certo punto, però…

Eh sì, perché durante quei dieci giorni di sosta forzata ho finalmente avuto il tempo di fermarmi a riflettere sul mio essere libraio, su come trovare nuove strategie per portare avanti questa attività in tempi così difficili e soprattutto su come riuscire a vivere pienamente e con più soddisfazione questa passione, condividendola con i clienti.

Allora mi sono messo a fare ricerche sul web, a informarmi su quello che capitava nelle altre librerie indipendenti: la prima cosa in cui mi sono imbattuto e che mi ha subito colpito è stato l’Italian Book Challenge. Il gioco era già iniziato, troppo tardi per iscriversi, ma seguendo sui social questa iniziativa ho percepito un entusiasmo nuovo, una forza inarrestabile da parte di tanti librai che amano il proprio lavoro seppur tra mille difficoltà: una voglia di cambiamento, di dialogare con i clienti, di proporre libri belli. E poi l’idea di giocare con i libri, di ritrovare l’essenza della lettura senza perdere di vista la qualità: insomma, una piccola rivoluzione!

Da quel momento, sia pure con molta fatica, ho cercato di andare anch’io in questa direzione: mi sono dato da fare per organizzare incontri con gli autori, letture animate per i bambini, ho aperto una pagina Facebook che cerco di tenere molto viva, ho partecipato a iniziative come “IoLeggoPerché”, alle maratone di videoconsigli in rete “Libraio in Valigia” e “Libraio sotto l’albero” organizzate dalla vulcanica Cristina della ormai mitica Scatola Lilla…

Insomma, stiamo lavorando tantissimo (io e la mia collaboratrice Francesca) per rendere la Libreria Alberi d’Acqua un punto di riferimento culturale importante per il quartiere, per la città.

Certo, la fatica è raddoppiata e i risultati non sempre sono esaltanti, ma ho finalmente ritrovato la gioia di fare il libraio, quella soddisfazione e quell’appagamento che non conoscevo da tempo; soprattutto, grazie alla rete che hanno creato libraie come Serena e Ludovica per l’IBC, mi sento parte di una grande squadra, anzi di un grande gruppo di amici sparsi in tutta Italia. Una rete di librai indipendenti che come me dedica le sue giornate all’amore per la lettura e a cercare di trasmettere questa passione ai propri clienti.

Quest’anno ovviamente ho subito aderito all’IBC17 che mi sta dando molte soddisfazioni dal momento che abbiamo avvicinato nuovi amici alla libreria e rinsaldato il legame con clienti di vecchia data. La nostra forza come libreria indipendente è l’aver creato nel corso degli anni un rapporto di fiducia con i lettori… l’Italian Book Challenge è quindi perfettamente in linea con quello che ci proponiamo di fare ogni giorno: ascoltare i clienti, consigliare, scambiare opinioni, condividere le emozioni suscitate da un libro.

L’orgoglio di fare il libraio per me è riassunto in questa piccola frase che la mamma di Beatrice, una bimba di 4 anni, ha postato sulla nostra pagina Facebook dopo aver partecipato ad una Lettura Animata organizzata dalla nostra libreria:

“Mia figlia al papà: oggi mamma mi ha portato in un posto bellissimo pieno di bimbi e libri. Una “maestra” ci ha letto storie che non avevo mai sentito… poi Beppe mi ha dato anche due pennarelli e mamma mi ha comparato un libro. Bisognerebbe farlo ogni giorno!”

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
  • Elena Adriana Papa

    Beppe sei mitico!

Mostra più commenti

Librai indipendenti

Vita di librai di tutta Italia. Qui vi raccontiamo, ogni settimana da una libreria diversa, cosa accade con l’ITALIAN BOOK CHALLENGE.”

Utenti online